Sunday, March 22, 2015

Vinitaly, la primavera del #vino - Si è aperto #Vinitaly2015 a #Verona - #Vinitaly 2015

Vinitaly, la primavera del #vino - Si è aperto #Vinitaly2015 a #Verona - #Vinitaly 2015

"Si è aperto #Vinitaly2015#Veneto sempre il n. 1 con i suoi 52 vini riconosciuti a livello europeo".
"La vera sfida per il nostro settore vitivinicolo è la sburocratizzazione, vero nemico dei nostri prodotti sui mercati".
"Dobbiamo puntare a un accordo con FVG e Trentino per realizzare la DOC del #Pinotgrigio, un'occasione che non si può perdere".
"Sono orgoglioso che il #Veneto abbia #Vinitaly2015, saremo protagonisti anche all'Expo e attendiamo delegazioni e 25mln di visitatori". Luca Zaia
#Zaia

Vinitaly 2015
 — a Verona.
· Oggi ·

-

GUSTOin Verona.


AL VIA IL 49° VINITALY IL MONDO DELLE ISTITUZIONI A FIANCO DEL COMPARTO VITIVINICOLO, MADE IN ITALY CHE VALE OLTRE 14 MILIARDI DI EURO


 Il Ministro Martina inaugura la 49ª edizione del Salone internazionale dei vini e distillati più importante del mondo, insieme al presidente di Veronafiere Ettore Riello, al Sindaco di Verona Flavio Tosi, al Presidente della Provincia di Verona Antonio Pastorello e al Presidente della Regione Veneto Luca Zaia. Martina: “Siamo protagonisti del piano straordinario per l'internazionalizzazione che vedrà proprio l'agroalimentare al centro delle iniziative”. Verona, 22 marzo 2015 - "Il settore vitivinicolo è un patrimonio fondamentale per l'Italia con oltre 14 miliardi di euro di fatturato e migliaia di aziende che rappresentano con passione, innovazione e professionalità la ricchezza dei nostri territori. Vogliamo aiutare queste esperienze a crescere, liberandole da lacci burocratici che le hanno appesantite in questi anni. In questi dodici mesi abbiamo messo in campo un'operazione di semplificazione che ha portato alla dematerializzazione di 64mila registri, al taglio di burocrazia inutile e che ha iniziato davvero a mettere la pubblica amministrazione al servizio delle aziende. Abbiamo anche approvato il tanto atteso decreto per i diritti d'impianto e siamo stati protagonisti del piano straordinario per l'internazionalizzazione che vedrà proprio l'agroalimentare al centro delle azioni”. Con queste parole, il Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Maurizio Martina ha inaugurato oggi la 49ª edizione di Vinitaly, la manifestazione internazionale di riferimento per il settore dei vini e dei distillati in programma a Veronafiere fino a mercoledì 25 marzo. Il comparto vitivinicolo, che nel 2014 ha generato oltre 5,11 miliardi di euro nelle esportazioni, è oggi al centro di importanti cambiamenti a livello legislativo. “Le prossime tappe prevedono l'entrata in vigore del registro unico dei controlli e il Testo unico del vino, da chiudere entro il 2015, l'anno dell'Esposizione Universale. Vinitaly allora rappresenta un passaggio fondamentale di avvicinamento all'evento di Milano, dove con il Padiglione del Vino potremo esaltare per 6 mesi l'esperienza vitivinicola italiana. Un momento fondamentale anche in chiave export per far conoscere ancora meglio al mondo la ricchezza e la varietà del nostro patrimonio di vitigni e vini" – così conclude il Ministro Martina che presenterà ufficialmente il Testo unico del vino, domani alle ore 16 presso l’Area Mipaaf. Oltre 4.000 espositori presenti, operatori specializzati da 120 paesi e delegazioni commerciali da 52 nazioni. E’ con questi numeri che apre Vinitaly 2015, in contemporanea a Sol&Agrifood, rassegna dell’agroalimentare di qualità, ed Enolitech, salone dedicato alle tecnologie per la viticoltura e l’olivicoltura. “Questa edizione di Vinitaly è caratterizzata da una presenza e un presidio istituzionale molto importante – dichiara il Presidente di Veronafiere Ettore Riello –. Tutto questo è un chiaro segnale di un sistema che crede fortemente nel comparto vitivinicolo ed è pronto a sostenerlo per il raggiungimento degli ambiziosi, ma certamente possibili, obiettivi di crescita prefissati. Un percorso in cui Vinitaly fa e farà sempre la sua parte, come punto di riferimento per l’intera filiera, in Italia e all’estero. Per questo siamo stati scelti dal Mipaaf per la realizzazione del primo padiglione dedicato al vino nella storia dell’Esposizione Universale. Con Vino – A taste of Italy a Expo 2015 siamo orgogliosi di poter mettere a disposizione tutto il nostro know-how maturato in oltre 100 anni di attività nell’organizzazione diretta di eventi dedicati all’agroalimentare”. Al taglio del nastro, oltre al Ministro Martina e al presidente Riello, sono intervenuti secondo il protocollo il Sindaco di Verona, Flavio Tosi, il presidente della Provincia di Verona, Antonio Pastorello e il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. “Vinitaly rappresenta un momento di fortissimo impegno per la nostra città, che ha piena consapevolezza dell’importanza di questa rassegna per tutto il sistema fieristico nazionale, e che quest’anno rappresenta il biglietto da visita del nostro territorio per l'Expo – commenta Flavio Tosi, Sindaco di Verona –. Il successo di Vinitaly dimostra che Verona e la sua Fiera hanno saputo rispondere con determinazione, anno dopo anno, alle sfide di un mercato che si gioca sulla qualità, sull’efficienza e sull’innovazione delle soluzioni proposte. Siamo certi che la rassegna che oggi inauguriamo rafforzerà ulteriormente la sua leadership mondiale”. "E’ con orgoglio che a Vinitaly porto l’espressione di un territorio che più di altri rappresenta la migliore vitivinicoltura. La Provincia di Verona infatti conta 8.500 aziende impegnate nel settore pari al 33% della produzione veneta e a più del 5% di quella nazionale. Nel veronese, quasi il 50%, della produzione, ovvero più di 1.400.000 ettolitri di vino, è DOC o DOCG. Verona è la prima provincia italiana per export in termine di valore, sfiorando il miliardo di euro con una quota nazionale pari al 13%" – aggiunge Antonio Pastorello, Presidente della Provincia di Verona. “Il Veneto è la capitale del vino e il Vinitaly lo testimonia ancora una volta. Una manifestazione straordinaria, che valorizza il vino quale autentico gioiello di un’agricoltura vocata all’eccellenza come la nostra – afferma Luca Zaia, Governatore della Regione Veneto –. Gli agricoltori veneti sono degli autentici fuoriclasse nella produzione del vino. Dietro ogni bottiglia c’è non solo talento, professionalità e innovazione, ma anche un pezzo di storia, identità e tradizione dei nostri territori. Alle nostre aziende dobbiamo assicurare meno burocrazia e tasse, proteggendo la tradizione e il patrimonio di passione e maestria nel saper fare il vino. Accanto alla tecnica serve l’esperienza e la capacità di guardare lontano, aiutando i giovani ad entrare in agricoltura in modo che possano garantire continuità, ricambio generazionale ed innovazione”v


GUSTOin "Si è aperto #Vinitaly2015, #Veneto sempre il n. 1 con i suoi 52 vini riconosciuti a livello europeo". "La vera sfida per il nostro settore vitivinicolo è la sburocratizzazione, vero nemico dei nostri prodotti sui mercati". "Dobbiamo puntare a un accordo con FVG e Trentino per realizzare la DOC del #Pinotgrigio, un'occasione che non si può perdere". "Sono orgoglioso che il #Veneto abbia #Vinitaly2015, saremo protagonisti anche all'Expo e attendiamo delegazioni e 25mln di visitatori". Luca Zaia #Zaia [Vinitaly 2o15 — a Verona.   


GUSTOin Verona. LAUNCH THE 49th VINITALY WORLD OF INSTITUTIONS BY SIDE OF THE FUND IN WINE MADE IN ITALY WORTH OVER 14 BILLION  Martina Minister inaugurates the 49th edition of the international wine and spirits world's most important, along with the President of Veronafiere Ettore Riello, to the Mayor of Verona Flavio Tosi, the President of the Province of Verona Antonio Pastorello and the President of the Veneto Region Luca Zaia . Martina: "We are the protagonists of the extraordinary plan for internationalization which will see its agribusiness at the center of the initiatives." Verona, March 22, 2015 - "The wine industry is a key asset for Italy with over EUR 14 billion in revenue and thousands of companies that represent with passion, innovation and professionalism the wealth of our territories. We want to help these experiences to grow , freeing them from bureaucratic ties that have weighed down in recent years. In these twelve months we fielded an operation simplification that led to the dematerialization of 64 thousand records, to cut unnecessary red tape and that has really started to put the public administration at the service of companies. We have also approved the long-awaited decree for planting rights, and we have been protagonists of the extraordinary plan for internationalization which will see its agribusiness at the center of the action. "With these words, the Minister of Agriculture Food and Forestry Maurizio Martina today inaugurated the 49th edition of Vinitaly, the international reference for the sector of wines and spirits held in Veronafiere until Wednesday, March 25. The wine industry, which in 2014 generated over 5.11 billion euro of exports, is now at the center of important changes in legislation. "The next steps involve the entry into force of the single register of control and the Consolidated wine, to be closed by 2015, the year of the Universal Exhibition. Vinitaly then represents a critical step approach to the event in Milan, where the Wine Hall for 6 months we can enhance the experience Italian wine. A key moment in key export to know more about the world the richness and variety of our heritage of vines and wines "- so the Minister concluded that Martina will officially present the Consolidated wine, tomorrow at 16 at the Area Mipaaf. Over 4,000 exhibitors, specialized operators from 120 countries and trade delegations from 52 nations. E 'with these numbers that opens Vinitaly 2015, simultaneously in Sol & amp; Agrifood, review of quality agro, and Enolitech, exhibition dedicated to technologies for viticulture and olive growing. "This edition of Vinitaly is characterized by a presence and a garrison institutional very important - the President of Veronafiere Ettore Riello -. This is a clear signal of a system that strongly believes in the wine sector and is ready to support the achievement of the ambitious, but certainly possible, growth objectives. A path where Vinitaly ago and will always do its part, as a reference point for the entire chain, in Italy and abroad. For this we have been chosen by Mipaaf for the realization of the first pavilion dedicated to wine in the history of the Universal. With Wine - A taste of Italy at Expo 2015 we are proud to be able to provide all our know-how gained in over 100 years of activity in the organization of events dedicated to agricultural direct ". At the ribbon-cutting, in addition to the Minister and the President Martina Riello, intervened according to the protocol, the Mayor of Verona, Flavio Tosi, President of the Province of Verona, Antonio Pastorello and the President of the Veneto Region, Luca Zaia. "Vinitaly is a time of very strong commitment to our city, which is fully aware of the importance of this event for the entire national exhibition system, and that this year is the calling card of our area for the Expo - commented Flavio Tosi, Mayor of Verona -. The success of Vinitaly shows that Verona and its Fair were able to respond with determination, year after year, to the challenges of a market that is played on quality, efficiency and innovation of the proposed solutions. We are confident that the exhibition we are inaugurating today will further strengthen its global leadership. " "E 'with pride that at Vinitaly harbor the expression of an area that more than others is the best wine growing. The Province of Verona in fact counts 8,500 companies engaged in 33% of Venetian production and more than 5% of the national . In Verona, almost 50% of production, or more than 1.4 million hectoliters of wine, DOC or DOCG. Verona is the first Italian province for export in terms of value, touching the billion euro with a national share equal 13% "- adds Antonio Pastorello, President of the Province of Verona. "Veneto is the capital of the Vinitaly wine and testifies again. An extraordinary event, which enhances wine as authentic jewel of agriculture suited to excellence like ours - says Luca Zaia, Governor of the Veneto Region -. Farmers Venetians are real champions in wine production. Behind every bottle there is not only talent, professionalism and innovation, but also a piece of history, identity and tradition of our territories. Our companies must ensure less bureaucracy and taxes, protecting the tradition and heritage of passion and skill in knowing how to make wine. Beside the technical need the experience and the ability to look far, helping young people to get into farming so that they can ensure continuity, generational change and innovation "v GUSTOin "It opened # Vinitaly2015, #Veneto always no. 1 with its 52 wines recognized at European level." "The real challenge for our wine sector is cutting red tape, real enemy of our products in the markets." "We must aim at an agreement with FVG and Trentino DOC to achieve the #Pinotgrigio, an opportunity that you can not lose." "I am proud that has #Veneto # Vinitaly2015, we will be protagonists Expo and expect delegations and 25m of visitors." Luca Zaia #Zaia [2o15 Vinitaly - Verona.

-

#‎GUSTOin‬

-

v Vinitaly, la primavera del #vino - Si è aperto #Vinitaly2015  a #Verona  - #Vinitaly 2015   v

Comments System

Disqus Shortname